Sei in: Home Catalogo
Info: Il tuo browser non accetta i cookie. Se vuoi utilizzare il carrello e fare acquisti devi abilitare i cookie.

Quintomoro

Gianluca “QUINTOMORO” Cotza


Il “Quintomoro sardinentale”: così ama definirsi Gianluca Cotza, cantautore di origini sarde nato e cresciuto a Torino, dove tuttora vive.
Profondamente attaccato alle proprie radici, Gianluca è da sempre appassionato di tutto ciò che riguarda la propria terra: storia, cultura, tradizioni, letteratura, lingua e – soprattutto - musica.
Collabora attivamente con la rivista di musica e cultura sarda “Sonos & Contos”, ed anche in terra sabauda non perde occasione di promuovere la Sardegna ed esternare la propria smisurata “sardità”, essendo responsabile del settore culturale di “Kinthales - Associazione dei sardi in Torino”.
Ha al suo attivo numerose edizioni del “Festival della canzone sarda”, di cui è stato una volta finalista con “Bandhidu” ed una volta vincitore del premio della critica, per il testo della sua “Quintomoro”. Ha partecipato a svariate trasmissioni radio e tv sia in ambito regionale sardo che in quello nazionale.
Ha pubblicato, nell’Agosto 2009, il dvd “Santuanni”: un caleidoscopio di ricordi agrodolci delle tante estati della sua infanzia trascorse nel paese di origine.
In “Santuanni”, la musica del valsusino Ricky Avataneo viene particolarmente valorizzata dal raffinato arrangiamento del Maestro Franco Persico, ed ulteriormente impreziosita dai virtuosismi del sax soprano di Simone Dionigi Pala.
Il videoclip precede di pochi mesi l’uscita del suo primo album, “Quintomoro”: nove brani di cui Gianluca è autore di quasi tutte le musiche ed i testi.
A tratti autoironico, come nella simpatica “Sardinentale”, che apre il cd; a tratti nostalgico e struggente, come nella sopraccitata “Santuanni”, Gianluca non perde occasione di toccare anche tasti dolorosi e piaghe sociali della storia isolana, come nelle versioni in italiano ed in sardo-campidanese di “Quintomoro” - un percorso storico denso di invettive e strali contro gli oppressori di sempre - o in “Bandhidu”, che narra una storia (fortunatamente) d’altri tempi, cantata in duetto con Maria Rosaria Soro dei Bertas; ed ancora in “Fortza Paris” (l’unico testo non suo, opera del prof. Mario Puddu, che dell’album ha curato anche l’ortografia e la grammatica della lingua sarda).
Non poteva certo mancare il tema dell’emigrazione, cantato in coppia con Laura Cotza nella rockeggiante “Nuscu ‘e murta”, mentre
l’argomento “amore” viene appena sfiorato, in modo molto implicito ed ermetico, in “Argentoblu”, unica canzone completamente “non-sarda” dell’album.
Registrato tra la Sardegna ed il continente, alla realizzazione dell’album hanno partecipato quasi esclusivamente musicisti ed artisti sardi: Franco Persico, Simone Pala, Capitano, Carlo Pippia, Gianluca Porcu, Maria Rosaria Soro dei Bertas, Laura Cotza e Massimo Sestu, che ha curato quasi tutti gli arrangiamenti ed il mixaggio.
Disco indubbiamente più di sostanza che di forma, “Quintomoro” è indirizzato particolarmente ad un pubblico attento a percepire i messaggi che i testi si ripromettono di comunicare.

 

Testi Canzoni

TESTI CANZONI

Schede Artisti

Info: Il tuo browser non accetta i cookie. Se vuoi utilizzare il carrello e fare acquisti devi abilitare i cookie.